IMO si congratula con la repubblica di Panama

“Desidero esprimere all’Arch. Noriel Araúz i miei sinceri ringraziamenti per la proficua e positiva collaborazione che esiste tra la Repubblica di Panama e l’Organizzazione marittima internazionale (IMO), rafforzata durante questi tempi difficili, e desidero anche esprimere le mie più sentite condoglianze a tutti coloro che nel suo Paese sono stati colpiti da questo evento senza precedenti. È un momento molto difficile per tutti noi, stiamo attraversando dolori, problemi finanziari e grandi cambiamenti nella nostra vita quotidiana “, ha detto il Segretario Generale dell’Internazionale Organizzazione marittima (IMO), Kitack Lim. Queste parole emozionanti si trovano in una lettera datata 3 giugno 2020, indirizzata dal Segretariato generale di questo Organismo all’Ufficio del Ministro degli affari marittimi e Amministratore dell’Autorità marittima di Panama (AMP). Il Segretario generale ha aggiunto che in questi tempi difficili, la disponibilità dell’industria marittima e la capacità dei marittimi di consegnare beni vitali, comprese le forniture mediche e il cibo, è essenziale per rispondere e alla fine superare questa pandemia, quindi è della massima importanza che il flusso del commercio via mare non viene interrotto inutilmente.

Desidero elogiare gli sforzi di Panama per facilitare il cambio dell’equipaggio, in particolare, sono grato per la dichiarazione congiunta rilasciata da Panama e Liberia su questo argomento e per il sostegno alla Lettera circolare dell’IMO n. 4204 / Add.14 per il “Framework raccomandato di protocolli che garantire cambiamenti sicuri nell’equipaggio della nave e viaggiare durante la pandemia COVID-19 “. La pandemia prodotta da COVID-19 ha presentato enormi sfide al mondo. I media riconoscono gli sforzi eroici compiuti da medici, infermieri, soccorritori e personale chiave di fronte a questa crisi. Meno noto è il lavoro memorabile svolto dai marittimi di tutto il mondo, molti dei quali hanno lavorato sotto enormi sforzi fisici e mentali per impedire che la catena di approvvigionamento globale si fermasse affinché cibo, preziose forniture mediche e altri prodotti arrivassero a destinazione . Migliaia di marittimi hanno prolungato involontariamente i loro contratti, alcuni hanno lavorato in mare per quasi quindici (15) mesi senza riposo. Ciò rappresenta una potenziale minaccia per la sicurezza della navigazione e la protezione dell’ambiente marino, poiché la fatica è una delle cause più importanti per gli incidenti a bordo. Pertanto, è imperativo che ci sia un’adeguata rotazione del lavoro per gli equipaggi attuali e futuri. “Esorto tutti i paesi a rispettare pienamente i loro obblighi in materia di cambio dell’equipaggio, rimpatrio e accesso alle cure mediche. Incoraggio Panama a condividere le sue migliori pratiche con altre nazioni, per consentire che il periodo di transizione si svolga senza intoppi, come meritano i marittimi del mondo “, ha concluso nella sua lettera il Segretario generale dell’IMO, Kitack Lim.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *